Futurdesign

Futurdesign, dal 1996, presenta a livello internazionale, gallerie di realizzazioni tematiche, realizzate dai più prestigiosi interpreti del design e dell’interior design, dell’arte, della fotografia, della comunicazione, dell’architettura, in risposta all’esigenza di Vivere il Futuro, immaginandolo, anticipandolo e soprattutto progettandolo. Un appuntamento di grande rilievo culturale, che fa di Bologna una vetrina di eccellenze del mondo dell’arte, della progettazione di interni, della comunicazione. Alle edizioni di Futurdesign hanno infatti aderito le eccellenze culturali di ogni settore come Emilio Ambasz, Shigeru Ban, Mario Bellini, Enrica Borghi, Diana Cabeza, Fernando e Humberto Campana, Achille Castiglioni, Loris Cecchini, Pierluigi Cerri, Michele Chiossi, Antonio D’Amico, Lucio Dalla, Michele De Lucchi, Tehmina Durrani, Roberto Fallani, Inge Feltrinelli, Elio Fiorucci, Massimiliano Fuksas, Omar Galliani, Donatella Girombelli (Genny), Giorgetto Giugiaro, Massimo Iosa Ghini, Piero Gilardi, Ottmar Kiefer, Mariuccia Mandelli (Krizia), Stefano Marzano, Alessandro Mendini, Fabrizio Plessi, Paolo Portoghesi, Paco Rabanne, Gabriele Salvatores, Denis Santachiara, Dieter e Michael Sieger, Ettore Sottsass, Francesca e Vittorio Storaro, Guillermo Trotti, Federico Uribe, Laura Villani, Sonja Vukicevic.

Per l’edizione 2013, con l’obiettivo di continuare ad essere riferimento di primo piano, con spunti e idee sempre innovative su come Vivere il Futuro, Futurdesign ospita sezioni dedicate alla progettazione d’autore e ad istallazioni artistiche selezionate, curate da 8 illustri ospiti internazionali che nobiliteranno la manifestazione.

Primo di questi grandi protagonisti dell’edizione 2013 sarà Daniel Libeskind, artista e designer conosciuto in tutto il mondo per le sue opere innovative che impreziosiscono le città di tre continenti, America, Europa ed Asia, come il Jewish Museum di Berlino, l'Imperial War Museum di Manchester, il Run Run Shaw Creative Media Center di Hong Kong, l’MGM Mirage’s City Center di Las Vegas, il progetto City-Life a Milano, e che fa già parte della storia col suo masterplan per Ground Zero a New York, ovvero il progetto scelto per la ricostruzione dell’area delle Torri Gemelle di Manhattan, che verrà portato a termine nel 2014. Libeskind sarà a Bologna già il 27 febbraio 2013, per un’anteprima di altissimo profilo di Futurdesign e una Lectio Magistralis che farà da autorevole preludio alle giornate successive. La sua presenza sarà poi evidenziata e sottolineata ampiamente, con un’area dedicata a una sua istallazione e una zona destinata a ripercorrere la sua storia e i suoi progetti nel mondo. L’intervento, così articolato, di Libeskind nell’edizione 2013, sottolinea la natura di Futurdesign: un evento di richiamo internazionale, che attraverso il meglio che può offrire il presente sa progettare, al meglio, il futuro dell’interior design.

Saranno ospiti di Futurdesign 2013 anche Andrea Branzi, architetto, designer, storico e teorico italiano del design che nel 2008 ha ricevuto la Laurea Honoris Causa in Disegno Industriale dalla Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni dell'Università di Roma La Sapienza; il designer Marco Lodola che negli ultimi due anni ha partecipato alla Biennale di Venezia con l'installazione Ca' Lodola alla Ca' d'Oro sul Canal Grande. Le sue opere sono anche state scelte dalla stilista Vivienne Westwood come scenografia per la sfilata a/i uomo durante la settimana della moda a Milano e ha collaborato con Citroen per un’installazione in via della Spiga a Milano dal nome “Citroen Full Electric”. Ha inoltre esposto a Londra e a Firenze con una importante personale a Palazzo de' Medici di Firenze e le sue opere hanno partecipato al Made in Italy in the World, durante il Pechino Luxury Property Showcase. Insieme a loro ci saranno anche Karim Rashid, figura di spicco nei campi del design del prodotto, del disegno industriale, della moda, dell’arredamento, dell'illuminazione e dell'arte, Giulio Cappellini, architetto e art director eletto dalla rivista Time come uno dei dieci trend setter mondiali della moda e del design, Guillermo Mariotto, stilista e designer.